BÜRO DLB - IDEE-REALISATION-KOMMUNIKATION
Daniel Leutenegger, Rathausgasse 18, CH-3011 Bern, www.ch-cultura.ch

BÜRO DLB - IDEE-REALISATION-KOMMUNIKATION
Daniel Leutenegger
Rathausgasse 18
CH-3011 Bern
E-Mail
www.ch-cultura.ch.ch

"L'OPERA GRAFICA 'CARMINA BURANA' DI GIULIANO COLLINA"

"L'OPERA GRAFICA 'CARMINA BURANA' DI GIULIANO COLLINA"

05.11.2023 Mostra Centro Culturale Chiasso, Spazio Officina, fino al 3 dicembre 2023


Immagine: Giuliano Collina FORTUNE ROTA VOLVITUR La ruota della fortuna gira Matrice in rame incisa all’acquaforte e all’acquatinta 2004, 72 x 62 cm, Collezione d’arte m.a.x. museo, Chiasso - Fotografia: Carlo Pedroli, Chiasso

La mostra si inserisce nel filone degli approfondimenti tematici di artisti contemporanei legati per nascita o per operatività al territorio insubrico e propone un focus su un’opera grafica di Giuliano Collina (Intra, 1938) intitolata "Carmina Burana", componimento storico che ha suscitato un particolare interesse di rilettura critica da parte di studiosi agli inizi degli anni duemila, mentre al pubblico ricorda per lo più la celebre cantata scenica composta da Carl Orff fra il 1935 e 1936, tenutasi come prima al Teatro alla Scala il 10 ottobre 1942.

I "Carmina Burana" sono una raccolta di testi poetici destinati al canto, scritti tra l’XI e il XII secolo in latino vernacolare o in tedesco arcaico. Giuliano Collina ha realizzato nel 2004 una raffinata cartella di dieci incisioni a grande formato ad acquaforte e acquatinta con ritocchi a puntasecca, scaturita dalla suggestione del componimento poetico interpretato con grande spirito creativo.

La mostra presenta, oltre all’intera cartella grafica, le venti matrici che hanno permesso la stampa dell’opera con una raffinata tecnica eseguita nella stamperia d’arte di Paolo Aquilini. Ognuna delle dieci acqueforti-acquetinte raccolte nella cartella – realizzata dalle edizioni Milly Pozzi Arte Contemporanea – ha per soggetto un poema di cui l’artista individua la scena portante, la figura che si staglia come la più emblematica, la situazione più suggestiva.

Di ciascuna incisione l’allestimento espositivo rende visibili le fasi preliminari che conducono all’elaborazione della matrice definitiva grazie alla presenza delle numerose prove di stato, ovvero delle differenti versioni stampate dell’immagine prima che acquisisca il suo assetto conclusivo e venga tirata nel numero di esemplari stabilito.

Sono soprattutto i colori a esprimere la visionarietà di certi scenari, i risvolti onirici o allucinati di alcuni personaggi, l’incurante esuberanza della natura: le stesse tinte rigogliose, in questo caso giocate sul contrasto con il bianco del foglio o la raffinata neutralità di certi sfondi. In mostra sono anche esposti dieci grandi disegni riferiti ad ogni tavola, realizzati a matita, china e acquerello su carta.

Nato a Intra nel 1938, Giuliano Collina si è diplomato all’Accademia di Brera nei primi anni Sessanta e ha da sempre il suo studio a Como. Accanto all’attività artistica ha sviluppato una lunga esperienza di docente che lo ha portato a insegnare all’Accademia Cignaroli di Verona e all’Università dell’Insubria di Como, e a collaborare al corso di Mario Botta presso l’Accademia di architettura di Mendrisio.

Il suo lavoro è conosciuto tanto in Italia quanto in Svizzera, grazie alle personali che gli sono state dedicate da gallerie, fondazioni e musei della Confederazione. Pittore tentato dalla scultura, ha coltivato uno speciale interesse per il linguaggio dell’incisione in cui raggiunge livelli di pura lirica. Tutte le opere della cartella grafica "Carmina Burana", le matrici e le prove di stato sono state oggetto di una donazione all’Archivio del m.a.x. museo dalla collezionista Milly Brunelli Pozzi e dall’artista Giuliano Collina.

cp

Contatto:

https://www.centroculturalechiasso.ch/spazio_officina/lopera-grafica-carmina-burana-di-giuliano-collina/

#GiulianoCollina #CarminaBuranaGiulianoCollina #CarminaBurana #maxMuseoChiasso #CentroCulturaleChiasso #PaoloAquilini #MillyBrunelliPozzi #CHcultura @CHculturaCH ∆cultura cultura+

 

Zurück zur Übersicht